Guida all’acquisto di un tagliasiepi: come scegliere, migliori articoli del 2019

1
2
3
4
5
Alpina 252900000/14 Tagliasiepe a scoppio HTJ 550, 24.5 cc, Giallo, Lunghezza della lama 60 cm,...
Bosch 0600847A00 AHS 45-16 Tagliasiepi, 420 Watt, Lunghezza di Taglio 450 mm, Spessore di Taglio...
TEENO Tagliasiepi Elettrico 710W Professional Tagliasiepi Lunghezza della Lama 61cm Distanza tra...
Einhell GH-EH 4245 Tagliasiepi Elettrico, 420 W, 230 V
Einhell 3403200 GC-HH 5047 Tagliasiepi Telescopico Elettrico, Taglio 470 mm, Distanza Denti 20...
Alpina 252900000/14 Tagliasiepe a scoppio HTJ 550, 24.5 cc, Giallo, Lunghezza della lama 60 cm,...
Bosch 0600847A00 AHS 45-16 Tagliasiepi, 420 Watt, Lunghezza di Taglio 450 mm, Spessore di Taglio 16...
TEENO Tagliasiepi Elettrico 710W Professional Tagliasiepi Lunghezza della Lama 61cm Distanza tra I...
Einhell GH-EH 4245 Tagliasiepi Elettrico, 420 W, 230 V
Einhell 3403200 GC-HH 5047 Tagliasiepi Telescopico Elettrico, Taglio 470 mm, Distanza Denti 20 mm,...
9/10
8.8/10
8.6/10
8.6/10
7.8/10
Alpina
Bosch Home and Garden
TEENO
Einhell
Einhell
170,80 €143,45 €
69,00 €65,89 €
139,00 €56,00 €
49,95 €38,09 €
65,89 €65,50 €
OffertaBestseller No. 41
Alpina 252900000/14 Tagliasiepe a scoppio HTJ 550, 24.5 cc, Giallo, Lunghezza della lama 60 cm,...
Alpina 252900000/14 Tagliasiepe a scoppio HTJ 550, 24.5 cc, Giallo, Lunghezza della lama 60 cm,...
Motore a 2 tempi da 24, 5 cc (0, 85 kw)Impugnatura rotante a 180° a 3 posizioniLama a doppia azione da 60 cm
9.0/10
170,80 €143,45 €
OffertaBestseller No. 42
Bosch 0600847A00 AHS 45-16 Tagliasiepi, 420 Watt, Lunghezza di Taglio 450 mm, Spessore di Taglio 16...
Bosch 0600847A00 AHS 45-16 Tagliasiepi, 420 Watt, Lunghezza di Taglio 450 mm, Spessore di Taglio...
Tagliasiepi Bosch AHS 45-16Motore monofase 220 V 420 WLunghezza lame 450 mm
8.8/10
69,00 €65,89 €
OffertaBestseller No. 43
TEENO Tagliasiepi Elettrico 710W Professional Tagliasiepi Lunghezza della Lama 61cm Distanza tra I...
TEENO Tagliasiepi Elettrico 710W Professional Tagliasiepi Lunghezza della Lama 61cm Distanza tra...
【Forbici tagliasiepi TEENO 710W elettrici】 con lama a doppio effetto lunghezza 610 mm, in grado...【Tagliare in 5 angoli】 La maniglia può essere ruotata di 180 ° e ha cinque angoli di presa per...【Sistema di sicurezza】 Triplo pulsante di avvio di sicurezza per prevenire lesioni accidentali....
8.6/10
139,00 €56,00 €
OffertaBestseller No. 44
Einhell GH-EH 4245 Tagliasiepi Elettrico, 420 W, 230 V
Einhell GH-EH 4245 Tagliasiepi Elettrico, 420 W, 230 V
8.6/10
49,95 €38,09 €
OffertaBestseller No. 45
Einhell 3403200 GC-HH 5047 Tagliasiepi Telescopico Elettrico, Taglio 470 mm, Distanza Denti 20 mm,...
Einhell 3403200 GC-HH 5047 Tagliasiepi Telescopico Elettrico, Taglio 470 mm, Distanza Denti 20...
7.8/10
65,89 €65,50 €

Potare è indispensabile, sia che venga fatto manualmente sia con dei tagliasiepi automatici. La potatura, di solito, per gli alberi viene fatta alla fine dell’autunno e durante tutto il periodo di riposo vegetativo della pianta, che termina con l’inizio della primavera. Questo serve a consentire un ottimo sviluppo delle piante. Di solito la potatura tende ad essere maggiore per le piante più vecchie rispetto ai giovani arbusti, ed ha lo scopo anche di eliminare i rami secchi.

Siepi in un giardino pubblico

Siepi ed alberelli potati in un tipico “giardino all’italiana”

Inoltre, per le siepi e per gli arbusti ai quali si voglia dare una forma particolare, questa viene eseguita anche dalla primavera inoltrata all’estate, per sfoltire le piante in eccedenza di ramificazioni al fine di mantenerne una forma prestabilita. Di solito la potatura, come ci insegnano i nostri nonni, viene eseguita durante la luna calante, al fine di consentire un miglioramento in infiorescenze e fruttificazioni secondo una tradizione senza evidenze scientifiche.

Questo video, ben realizzato da Giardinaggio.it, vi mostrerà maggior indicazioni sulla potatura per forme obbligate.

 

Cosa è un tagliasiepi

Un tagliasiepi è uno strumento impiegato per la potatura delle siepi. Ne esistono anche di manuali, ma sono adatti ad essere utilizzati solo nel caso di siepi di dimensioni ridotte. Molti lo confondono con il decespugliatore, strumento quest’ultimo da utilizzare prevalentemente “a terra”. Qualunque sia il motore utilizzato (a scoppio o elettrico), il tagliasiepi riesce a tagliare grazie al movimento, azionato dal motore, di una lama con doppia dentatura. Le lame infatti, scorrendo l’una sull’altra, permettono il taglio dei rami a contatto con i denti.

Lama dentata dei tagliasiepi

Lama dentata dei tagliasiepi

Perchè scegliere un tagliasiepi automatico

Un tagliasiepi automatico vi permetterà di:

  • Poter risparmiare del tempo rispetto al taglio manuale.
  • Risparmiare sulle spese di un giardiniere, nel caso lo acquistiate per uso personale.
  • Fare un lavoro più preciso.
  • Limitare il contatto manuale con piante tossiche, ne sono esempi oleandro e bosso.
  • Possibilità di potare anche siepi molto alte grazie all’utizzo di tagliasiepi con aste fisse o allungabili, che ci permettono di raggiungere la pianta senza il bisogno di utilizzare la scala.
Finalità di questa guida

Questa guida vi aiuterà a scegliere un tagliasiepi secondo il tipo di funzionamento, secondo il costo, in base a chi lo userà. Inoltre analizzerà alcune caratteristiche per poter fare la scelta giusta.

Scegliere un tagliasiepi in base alle tipologie: tagliasiepi a scoppio, elettrico e a batteria

Per orientarsi tra i tre tipi vediamone insieme le caratteristiche:

  1. Il tagliasiepi a scoppio è caratterizzato per essere molto potente e performante. Di regola è quello scelto prevalentemente dai professionisti. Il motore a scoppio può essere alimentato da benzina o miscela. Gli svantaggi di questo tipo sono il peso, che è frequentemente sopra i 4kg, e l’emissione di inquinanti, e questo non lo rende adatto per chi volesse fare una scelta ecologica. Inoltre tra i tre è quello più rumoroso, e necessita di manuntezione del motore.
  2. Il tagliasiepi elettrico, con motore elettrico alimentato da un cavo, è quello più leggero e maneggevole. I prezzi di partenza per questo tipo sono più bassi, anche se ne esistono di molto costosi. Lo svantaggio di questo tipo riguarda soprattutto la presenza del cavo, che può intralciare durante il lavoro, o peggio venire tranciato. Può andar bene in giardini piccoli o medi, in cui vi sia un allaccio alla rete elettrica vicino alle piante da trattare.
  3. Il tagliasepi a batteria, monta anch’esso un motore elettrico, alimentato da una batteria che risolve il problema del cavo. Può essere pertanto usato ovunque, anche in spazi dove non sia presente un allaccio elettrico. Lo svantaggio di quest’ultimo è fondamentalmente la durata dei tempi di lavoro per lo scaricarsi della batteria. Ve ne sono di particolarmente performanti e costosi, che presentano una durata di attività anche di 100 minuti, che comunque non sempre può bastare, a meno che non si abbia a disposizione una seconda batteria da sostituire al bisogno. Di norma è più pesante di quello elettrico per la presenza degli accumulatori.

Tipi di tagliasiepi: vantaggi e svantaggi dei diversi modelli

Tipologia tagliasiepiVantaggiSvantaggi
A scoppioMaggior potenza ed autonomia.
Da 0,4 a 1,4 CV, cioè 300/ 1500W
Peso elevato
EfficaceRumoroso ed inquinante
ElettricoLeggerezza. Tra 400 e 700 WIntralcio del cavo elettrico
Non inquinante. Prezzi più bassiAlimentazione vicina
A batteriaPraticitàDurata di impiego limitato. Autonomia di circa 40 minuti se alimentato a 18V, tra i 50 e i 90 minuti se a 36V
Utilizzabile ovunqueSostituzione della batteria

Scegliere un tagliasiepi secondo chi lo userà e come si usa

Per poter fare una scelta ottimale è importante considerare come si usa un tagliasiepi. A tal fine vi rimando ad un video che sintetizza in maniera esauriente il modo d’uso.

Modo d’uso del tagliasiepi

In definitiva occorre per i laterali procedere dal basso verso l’alto, mantenendo la stessa direzione. Per la parte superiore occorre mantenere lo strumento, sollevato con le braccia il più orizzontalmente possibile, all’altezza desiderata, procedendo avanti  fino alla fine della siepe, per poi tornare indietro per le rifiniture. La particolare modalità di utilizzo ci suggerisce che sia necessaria una certa stabilità, equilibrio e forza. A tal proposito occorre valutarne il peso nel caso sia utilizzato da donne, anziani o soggetti gracili

Inoltre, usando la scala, assicurarsi una buona messa a terra della stessa . Non si trascuri di indossare indumenti specifici per il giardinaggio, costituiti da tessuti che imbrigliano con le loro fibre la lama.

Scegliere un tagliasiepi in base al costo

Da una ricerca in rete ho potuto constatare la grande variabilità di prezzi. Ve ne sono quindi per ogni tasca. I prezzi più bassi sono per quelli elettrici. Nella fascia tra 100 e 300 euro mi sono concentrata sulle recensioni degli utenti e, a parte rari casi, ho riscontrato dati positivi. Segno questo che l’innovazione tecnologica sta superando i difetti delle tre tipologie. Con mio stupore ho trovato il prezzo maggiore sul tagliasiepi a batteria. Non meno importante ritengo sia quello di considerare i costi di manuntenzione, che risulta fondamentale per una durata nel tempo, e che riguarda la pulizia delle lame, post utilizzo, per tutti i tipi, nonchè la loro periodica lubrificazione e affilatura (preferibilmente manuale con lima). E per quello a scoppio una particolare attenzione al motore (candele, filtri), con ovvie ripercussioni sui costi.

Fasce di prezzo dei tre tipi di tagliasiepi e costi di manutenzione

Tipologia tagliasiepiFasce di prezzoCosti manutenzione
A scoppioda euro 100 a 800/900+++
Elettricoda euro 40 a 800/900+
A batteriada euro 50 a 2100++ per necessità di sostituire la batteria dopo un po’ di tempo

Criteri di valutazione per scegliere un tagliasiepi

Nel momento dell’acquisto occorre valutare :

  • Lunghezza della lama. Una lama più lunga determinerà un taglio più dritto, ma comporterà un maggior peso dello strumento. Tagliasiepi con lama più corta saranno più maneggevoli, anche se saranno necessarie più” passate”, perciò occorre valutare lo spessore della siepe per fare la scelta giusta.
  • Tipo di lama; ne esistono due tipi. In un primo modello, una lama è mobile rispetto ad una fissa. Nel secondo tipo, entrambe si muovono l’una sull’altra, meccanismo che consente una riduzione delle vibrazioni.
  • Affilatura delle lame: solitamente sono affilate su un solo lato, ma esistono tipi a “doppio taglio”.
  • Distanza tra i denti, servirà per capire lo spessore che si può tagliare. Distanza che va da 12 mm fino 36 mm. Maggiore è la distanza, maggiore sarà lo spessore tagliabile.
  • Controllare l’impugnatura: che sia a due mani, ergonomica, e che permetta di lavorare in sicurezza.
  • Scegliere un tagliasiepi con asta,  fissa o regolabile (telescopica), per siepi alte, per lavorare senza scala, poiché la lama è posta in cima all’asta.
  • Porre attenzione al sistema di sicurezza.
  • Qualità dei materiali impiegati per le lame (alcuni tagliasiepi sono dotati di lame antiruggine).

Tagliasiepi elettrico: valutare la potenza attraverso il controllo dei watt

Mediamente i tagliasiepi elettrici hanno valori di  600 watt, tuttavia i modelli più piccoli e compatti hanno valori di 400/500 watt. Altro parametro da valutare è la velocità di taglio, cioè il numero di giri della lama al secondo. Una maggiore potenza è data da un numero maggiore di giri al secondo, e questo si traduce in una maggiore efficienza nel tagliare rami più grossi. Valore che viene espresso sulle indicazioni dei vari prodotti in diversi modi (numero di giri a vuoto, numero di giri al minuto, numero di giri al secondo).

Cosa occorre tenere in considerazione per il tagliasiepi a scoppio

Ecco cosa occorre valutare per il tagliasiepi a scoppio:

  • Il tipo di carburante (miscela o benzina).
  • La capacità del serbatoio.
  • Tipo di avviamento (molti sono a corda).
  • La cilindrata (capacità in cm cubici del motore) ed i cavalli (la potenza posseduta dal motore), valori che insieme possono darci un un’idea delle prestazioni.
  • Tipo di motore (a due o quattro tempi).
  • Peso (considerandone il peso a pieno carico).
  • La presenza di un sistema efficiente di anti vibrazione.

Esistono inoltre attrezzi da giardino (di solito a benzina) con più funzioni oltre alla tagliasiepi: quella falciatrice, quella decespugliatore, di motosega,  tagliabordi.

Cosa bisogna considerare per il tagliasiepi a batteria

Occorre valutare questi fattori per il tagliasiepi a batteria: il tipo di batteria (preferirle a litio, che offrono prestazioni migliori), il voltaggio, la presenza o meno del caricabatteria e le sue caratteristiche. Valutare, se non disponibile nel prodotto, di acquistare una batteria di scorta, se sono necessarie prestazioni più durature nei tempi.

Potatura particolare di alberi

Conclusioni e consigli

Con questa guida ci siamo addentrati in questo settore, cercando di farci un’idea sulle caratteristiche di questi strumenti. I tagliasiepi sono utili per la cura del giardino, sia nel caso di persone semplicemente appassionate di giardinaggio, sia per i professionisti del settore.

Il miglior tagliasiepi è quello che soddisfa un bisogno individuale

Dover indicare quale sia il migliore tagliasiepi disponibile è impossibile. La definizione di migliore è collegata, secondo il mio parere, al soddisfacimento di un bisogno che resta individuale.

Migliore può significare maneggevole e leggero per chi lo usa per spazi limitati e per hobby. Per un professionista, che deve affrontare diverse situazioni, migliore può significare che duri nel tempo, che abbia potenza ed efficienza. Risulta fondamentale, a mio avviso, se ad uso personale, orientarsi partendo da una valutazione delle piante del nostro giardino. Per piante delicate e ricche di infiorescenze non occorre utilizzare un tagliasiepi che vanti tagli di spessore oltre i 20 mm: potrebbe essere anche controproducente per la salute della pianta stessa.


Scrittrice ombra ed articolista in diverse categorie, con la passione per la botanica, la naturopatia ed il giardinaggio.

7127 7168 7387 7205
Back to top
Migliori Seggiolini per Auto